Chiesa Cattedrale di Como

Cattedrale di Como, Como

Il Duomo di Como è dedicato alla Beata Vergine Assunta. È la chiesa cattedrale, sede del vescovo della diocesi di Como. Per dimensioni è il terzo edificio religioso della Lombardia, dopo il Duomo di Milano e la Certosa di Pavia, dei quali è contemporaneo.

La chiara architettura della Cattedrale sovrasta il centro storico di Como e s'impone alla vista del viaggiatore che giunge in città dai valichi della pianura o dal lago. Ubicata non lontano dalla riva del lago, per la vicinanza all'antico Palazzo vescovile affacciato su una darsena, è il segno storico più forte del periodo in cui Como, tramite le vie di comunicazione del Lario, era città di collegamento tra il Centro e Nord dell'Europa e l'Italia. L'architettura, le sculture e le pitture del Duomo documentano l'incontro tra la cultura figurativa transalpina e le scuole italiane.

La Cattedrale, iniziata ne 1396, è stata edificata per successive fasi durante tre secoli e mezzo, essendo stata terminata la cupola nel 1744. Si tratta di un'architettura articolata e complessa, che fonde in un edificio unitario interpretazioni dello spazio ed espressioni stilistiche diverse. La continuità della costruzione nel tempo (nel '400 vengono realizzate la facciata e le navate gotiche, nel '500 il presbiterio e le absidi laterali, nel '700 la cupola) ha mantenuto un'armonia che di epoca in epoca è stata rinnovata, collegando il tracciato delle parti nuove alle proporzioni definite nell'epoca precedente.

Dove Mangiare

Dove dormire